La notizia ha destato parecchio scandalo tanto da scomodare i telegiornali che vi hanno dedicato dei servizi nelle loro edizioni: in Iraq sono stati uccisi 13 bambini. Il motivo? Aver guardato una partita di calcio in televisione (contravvenendo, a quanto pare, alla sharia). La condanna è sacrosanta, un po’ meno lo scandalo. Sì perché noi occidentali non abbiamo la coscienza così pura e pulita da potersicurezzabambino1ci permettere di fare la morale. La domanda che dobbiamo porci è semplice: c’è differenza tra i “cattivi” musulmani che uccidono i bambini perchè guardano una partita di calcio e i “buoni” occidentali che uccidono i bambini perchè non sono come i loro genitori li vorrebbero? Noi “evoluti” occidentali possiamo ergerci a condannare un atto certamente barbaro quando nei nostri “civili” ed “evoluti” ordinamenti legislativi la soppressione di un essere umano (per motivi ugualmente insignificanti), specie se un bambino, è considerato un diritto? La nostra coscienza è stata talmente condizionata da una campagna ideologica pressante – tipica dei regimi dittatoriali – che ci ha portato a credere che l’aborto e l’eutanasia (ora prevista anche per i minori) sono da considerazioni un progresso dell’umanità. Se lo sono, perché scandalizzarci dei bambini trucidati perché colpevoli di aver guardato una partita di calcio in televisione?

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui