Comune di Latina

Il Comune di Latina ha pubblicato sul sito istituzionale un avviso pubblico finalizzato alla ricognizione dei beni demaniali o patrimoniali indisponibili dell’Ente e alla conoscenza delle attività attualmente svolte all’interno. E’ un avviso rivolto a tutte le associazioni che utilizzano beni del patrimonio comunale e che ha l’obiettivo di effettuare una ricognizione capillare dei rapporti giuridici in essere, delle funzioni e delle attività svolte all’interno di questi spazi. Alle associazioni viene richiesto di presentare una relazione che descriva le attività attualmente svolte, la loro rilevanza da un punto di vista dell’interesse collettivo, dei riflessi sul territorio e la coerenza delle loro finalità con gli obiettivi dell’Ente. In particolare si chiede di specificare informazioni utili alla conoscenza dell’azione svolta da queste realtà come la frequenza temporale delle attività, il numero di operatori impegnati, la tipologia e possibilmente il numero di beneficiari delle attività, il grado di autofinanziamento delle stesse o se e quale eventuale contributo è richiesto per i servizi erogati. Le informazioni raccolte saranno fondamentali per programmare ogni successiva azione finalizzata alla gestione del patrimonio comunale che tenga conto delle necessità di:

  • programmare e razionalizzare l’utilizzazione degli immobili comunali;
  • attivare procedure che legittimino l’utilizzo degli spazi;
  • contemperare le esigenze di rendimento delle concessioni immobiliari con quello di sostenere l’attività di Associazioni e altre forme organizzative che perseguono scopi di rilevante utilità sociale o caratterizzate da fini istituzionali rientranti fra quelli perseguiti dal Comune e ritenuti meritevoli di tutela e promozione;
  • favorire e promuovere la ricerca di sedi comuni per più associazioni, con lo scopo di ottimizzare l’uso degli spazi disponibili sfruttando al meglio le caratteristiche degli immobili assegnati, condividendo inoltre le spese gestionali;
  • favorire l’aggregazione di associazioni aventi finalità analoghe e condivise e la cui convivenza possa essere di ulteriore incentivo per la loro collaborazione.

In una nota dell’amministrazione si legge che “oggi molti degli spazi comunali utilizzati dalle associazioni  sono diventati veri e propri punti di riferimento grazie alle attività che ciascuna realtà porta avanti. Conoscere e leggere le dinamiche e i processi che avvengono all’interno del patrimonio del Comune è una condizione necessaria per programmare una gestione improntata al raggiungimento di più elevati livelli di efficienza ed efficacia sociale, assicurare una migliore fruibilità, oltre che la valorizzazione e il più proficuo utilizzo degli spazi nel rispetto dei principi di trasparenza e imparzialità dell’azione amministrativa”. Il Comune ha spiegato che sarà costituito un apposito gruppo di lavoro in cui saranno coinvolti il Servizio incaricato della gestione del Patrimonio, il Servizio per la programmazione del Welfare e il Servizio per le relazioni con la città, coordinati dall’assessorato alla Partecipazione. Il team si occuperà di analizzare e organizzare le risposte pervenute dalle associazioni con l’obiettivo di definire gli ambiti specifici e le finalità dei progetti da conseguire con l’assegnazione degli spazi comunali, valorizzando le loro caratteristiche e la loro posizione sul territorio. Le associazioni sono invitate a rispondere entro 45 giorni dalla pubblicazione dell’avviso. Tuttavia, in considerazione del particolare momento, l’amministrazione terrà conto di eventuali ritardi dovuti al coinvolgimento delle diverse realtà in attività di supporto dell’emergenza Coronavirus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui