Avviato il processo di rigenerazione urbana a Itri

Il sindaco di Itri Fargiorgio

Anche il Comune di Itri ha avviato il percorso finalizzato all’applicazione delle disposizioni della Legge Regionale n. 7/2017, in materia di rigenerazione urbana e recupero edilizio. Nella mattinata di giovedì 17 ottobre u.s., il Sindaco Fargiorgio, alla presenza anche di alcuni componenti della maggioranza, ha incontrato parte del pool di esperti dell’Università Federico II di Napoli, che avrà il compito di predisporre tutto quanto necessario sotto il profilo tecnico per il perfezionamento degli atti da portarsi all’approvazione del Consiglio comunale. Un passo importante che l’Amministrazione ha inteso compiere, consapevole delle possibilità che lo strumento offre alla comunità, consentendo di individuare i programmi e le iniziative di recupero e riqualificazione del patrimonio immobiliare capaci di garantire qualità e sicurezza nell’abitare.  Durante l’incontro sono stati toccati i vari aspetti della normativa regionale, in special modo le potenzialità contenute nelle disposizioni degli art. 4, 5 e 6 della legge. In particolare, il Sindaco ha chiesto che sia definito in maniera netta il perimetro normativo all’interno del quale saranno possibili i vari interventi, anche di efficientamento energetico, con le conseguenti premialità e ciò per evitare interpretazioni ed applicazioni che siano in contrasto con la lettera ed il contenuto della legge.  L’avv. Fargiorgio ha sottolineato come i principi della legge regionale si coniughino perfettamente con i propositi formulati nel programma di governo cittadino, dove non a caso si è parlato di interventi di recupero e di riqualificazione dell’esistente, proprio per eliminare il rischio (o comunque ridurlo al minimo) di un ulteriore consumo del suolo.  L’Amministrazione comunale ha intenzione di avviare tavoli tecnici ed indire riunioni pubbliche per rendere l’adozione dello strumento il più possibile partecipata.  Il processo è partito e si spera di condurlo a termine quanto prima. Il Sindaco ha sottolineato l’importanza della rigenerazione urbana anche come volano economico: “Sono consapevole che nell’ultimo decennio il settore edilizio sia stato colpito da una crisi senza precedenti. Mi auguro tuttavia che le misure che saranno varate possano fare da propellente per una sua ripresa, da attuarsi nel rispetto della legge, con ricadute positive sull’intero tessuto economico”.  L’urbanistica è destinata nei prossimi mesi ad essere sempre più all’ordine del giorno nei lavori dell’Amministrazione comunale di Itri. Il Sindaco ha infatti ricordato che anche il Regolamento Edilizio verrà attualizzato e reso conforme alle disposizioni di legge entrate in vigore dopo la sua adozione. Non solo; durante l’incontro del 17 ottobre, si è parlato anche della redazione di un documento preliminare per la definizione delle linee di indirizzo su cui pianificare ed organizzare conseguentemente la stesura di un nuovo PRG.  Ulteriori importanti passi per chi, nei primi 3 anni di attività, ha già raggiunto obiettivi che altri avevano soltanto vagheggiato, come l’approvazione della variante “Punta Cetarola” (che ha reso inedificabile un’area naturalistica di grandissimo pregio) o come la variante “Licciano” che consentirà una nuova circolazione stradale, in regime di sicurezza, in un’area interessata da importanti centri artigianali, industriali e commerciali.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *