Aviointeriors: uno yacht comprato con i soldi dell’azienda

Manifestazione Aviointeriors
Manifestazione Aviointeriors

L’Aviointeriors è in crisi oppure no? Una bella domanda è posta  considerato che per mesi c’è stato un presidio degli operari poi sconfessato dalla stessa direzione aziendale. Ma ecco quello che è accaduto. Il fisco ha colpito sulla Aviointeriors di Latina: la produzione di interni per aerei poco o nulla ha a che vedere con le navi. E sostenere il contrario, affermando che l’Aviointeriors si interessava anche di nautica, non è servito all’azienda di Tor Tre Ponti a evitare l’avviso di accertamento ricevuto dall’Agenzia delle Entrate per evasione di Irpeg, Irap e Iva, facendo passare come un bene necessario all’azienda l’acquisto di un’imbarcazione da parte dell’amministratore della Spa e le spese per l’equipaggio. Bocciato inoltre anche il tentativo della società di detrarre le spese per la sponsorizzazione di una società calcistica. Una doccia fredda per l’azienda di Alberto Veneruso quella appena ricevuta dalla Corte di Cassazione. Nel mirino del Fisco erano finiti l’acquisto in sospensione d’imposta di un’imbarcazione effettuato dalla società di Tor Tre Ponti, le quote di ammortamento della stessa barca e le spese, fatte di contratti di consulenza e collaborazione, per l’equipaggio portate in deduzione, oltre ai costi per la sponsorizzazione di una società di calcio.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *