Autostrada Roma – Latina: interrogazione dell’Onorevole Iannuzzi

Autostrada

Finalmente sembra che ci siamo per quanto riguarda l’iter procedurale di un a strada tanto attesa dagli abitanti di Latina: l’autostrada Roma-Latina, approvata dal Cipe e finanziata per 480 milioni di euro per il primo lotto, ha ricevuto il via libera definitivo”sulla base della valutazione di impatto ambientale n. 388 del 30 novembre 2009 ed approvato con delibera del CIPE 88/2010. Nel frattempo, la zona in questione ha visto nascere e svilupparsi il quartiere Torrino Mezzocammino. Inoltre, il progetto approvato non è stato realizzato entro cinque anni dalla pubblicazione del provvedimento e non risulta una formale richiesta di proroga da parte del proponente prima della scadenza, ma soprattutto si ritiene che dall’esecuzione dei lavori potrebbero derivare ripercussioni negative, non preventivamente valutate, sull’ambiente”.A porsi alcuni dubbi è il deputato pontino Cristian Iannuzzi,  ex Cinque Stelle, appartenente al gruppo misto, che ha chiesto al Ministro alle Infrastrutture di valutare “se intendano chiarire se sia stata richiesta la proroga della valutazione di impatto ambientale e se questa tenga conto delle modifiche intervenute al progetto preliminare”. Il progetto sul sito ufficiale di Autostrade del Lazio mostra che l’autostrada Roma-Latina si sovrapporrà all’attuale Pontina solo per il 50 per cento e pertanto le opere previste non si concretizzeranno nella messa in sicurezza dell’attuale tracciato della strada regionale. I tratti in sovrapposizione – che comunque andranno smantellati per adeguare il fondo stradale alla velocità autostradale di 130 km/h – vanno da Borgo Piave ad Aprilia Sud, e da Pomezia Nord a Malpasso (Tor de’ Cenci), mentre da Aprilia sud a Pomezia nord il nuovo tracciato è completamente esterno alla Pontina senza contare che il tratto Tor de’ Cenci-Spinaceto resterà un imbuto con file di auto interminabili.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *