Attestato per spaccio di droga dai Carabinieri a Fondi

Droga

Sono stati sequestrati oltre  cinque chili di droga sono stati sequestrati dai Carabinieri del comando provinciale di Latina con una operazione  scattata a Lenola, da parte dei militari della Tenenza di Fondi e della Compagnia di Terracina, che ha portato ad un arresto che fa seguito ai diversi blitz antidroga effettuati dai militari negli ultimi mesi su tutto il territorio pontino.  Nel corso dell’attività i Carabinieri hanno sequestrato quasi 2 chili e mezzo di cocaina purissima, 2 chili e 841 grammi di hashish, oltre a 12,23 grammi di shaboo, una droga potentissima dagli effetti devastanti. In manette è finito Vincenzo Zizzo, 36enne, commerciante di Lenola. A lui gli investigatori sono risaliti seguendo degli strani movimenti dell’uomo che era solito frequentare alcuni pregiudicati della città di Fondi. E’ scattata quindi una prima perquisizione nell’attività commerciale del 36enne che ha dato esito negativo. Successivamente i militari hanno perquisito la sua abitazione con l’ausilio dell’unità cinofila Balboa. In un appartamento adiacente a quello dell’arresto è stato ritrovato tutto lo stupefacente, fiutato dal cane e scoperto all’interno di un armadio nascosto sotto coperte ed altri oggetti. La droga era confezionata sottovuoto proprio per eludere eventuali controlli delle unità cinofile, ma l’ingente quantità non è sfuggita al pastore belga dei Carabinieri.  All’interno dell’appartamento sono stati trovati e sequestrati anche un bilancino, materiale per il confezionamento e uno strumento per creare il sottovuoto, segno che l’attività di spaccio era gestita direttamente dal Zizzo, ma non si esclude che l’uomo potesse avvalersi anche della collaborazione di una rete di pusher a cui vendere lo stupefacente. L’ultimo arresto a Fondi era scattato lo scorso gennaio e in quell’occasione erano finiti in manette due uomini e i carabinieri avevano sequestrato oltre sei chili di hashish e cocaina, una pistola e 115mila euro. Le indagini dei militari sono ancora in corso per fare luce su eventuali collegamenti tra le due operazioni nell’ambito di un più vasto traffico di droga.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *