Latina Biz – Servizi Notizie Eventi Informazioni Politica,Province,Terracina Assegnati i contributi per le famiglie sfollate dopo il tornado dell’ottobre scorso a Terracina

Assegnati i contributi per le famiglie sfollate dopo il tornado dell’ottobre scorso a Terracina



Sfollati

La solidarietà che ha avvolto Terracina e la sua comunità dopo i fatti dell’ottobre scorso continua: il 28 febbraio 12 famiglie costrette ad abbandonare le proprie abitazioni a seguito di quell’uragano del 29 ottobre hanno ricevuto il contributo relativo alle donazioni effettuate dai loro concittadini, dalle città gemellate di Bad Homburg, Bad Mondorf, Coira e Cabourg, da chi ama Terracina anche da lontano.  Ha dichiarato il sindaco Nicola Procaccini:  “Si è trattato di un piccolo gesto rispetto ai danni subiti, ma che ha un profondo significato perché è l’espressione concreta della solidarietà che la città ha ricevuto e, al contempo, ha saputo dare a chi ha perso molto. Mi sento onorato di aver potuto rappresentare la comunità cittadina in questo momento che abbiamo voluto sottolineare accompagnandolo con la consegna una pergamena ricordo e una piccola pianta in segno di speranza e rinascita. Ho apprezzato e apprezzo molto la dignità e la compostezza con cui queste famiglie hanno reagito alle avversità e proseguiremo l’impegno affinchè dal Governo nazionale giungano gli aiuti di cui hanno bisogno”. Anche il vicesindaco Roberta Tintari ha voluto esprimere “sincera commozione e vicinanza a queste famiglie. Non è facile ripartire dopo un evento come questo, ma vogliamo essere loro vicini come possiamo. Dopo la fase di ricostruzione concentreremo le energie sulle buone pratiche di prevenzione e sulle modalità di come affrontare eventi di questo tipo in maniera da avere meno danni possibili. I contributi consegnati oggi afferiscono al conto corrente aggiornato al 31 dicembre. Nel frattempo sono giunti altri contributi che erogheremo attraverso un nuovo avviso riservato a chi non ha potuto ricevere gli aiuti oggi erogati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *