Asd Sud Pontino Pallavolo – Asd Polisportiva C88: conversazione con l’allenatrice Nunzia Mitrano

Dopo la conversazione con Francesco Truppa, allenatore della Polisportiva C88, adesso è la volta della padrona di casa, l’allenatrice Nunzia Mitrano dell’Under 18 della Sud Pontino Pallavolo

Primo set completamente da dimenticare, negli altri due le tue ragazze si sono impegnate e nel terzo set ce la stavano quasi facendo, poi però purtroppo  un errore di troppo ha pregiudicato la vittoria.

 “Si, sicuramente, però diciamo che da tutti e tre i set possiamo trarre qualcosa di positivo. Sicuramente oggi le ricezioni sono andate molto meglio a livello di postura, di situazioni in campo, le abbiamo riallenate, visto lo scatafascio a Itri. Quindi la ricezione è andata bene, ovviamente questa squadra batteva in maniera abbastanza imponente, erano molto brave in battuta, quindi ci mettevano in difficoltà. Il terzo set è andato sicuramente alla grande, Miriana Lombardi è stata fantastica nel suo cambio ruolo, prima da opposto e poi di banda, premesso che la stiamo curando come palleggiatrice, quindi è stata bravissima nella sua versatilità di ruolo, ha difeso ma sopratutto ha osato, ha osato in ogni situazione a prendere la palla. Io quello che chiedo alla ragazze in caso di difficoltà, la palla va tirata in aria, mia tua, non ci interessa.”

Parrotta è stata la migliore in campo dall’inizio alla fine della partita, ha cercato di tirare un pò la carretta, ma al di là di tutto è andata meglio oggi che a Itri, dove anche lì ha giocato bene.

“Anche una nota positiva da Giulia Grossi, che oggi ha diretto una partita dall’inizio alla fine, compreso le difese, i salvataggi, è stata bravissima dalla battuta a salto flot, anche Rosanna grossi  in battuta a salto flot è stata una vera scoperta, per la prima volta ha cominciato ad esprimere questa battuta. Brave, brave comunque, e adesso toccherà mercoledì il test della Under 16, perché finalmente il campionato nostro arriva che è quello dell’Under 16 perché la Under 18 e la Prima Divisione sono fatte per un progetto di crescita, per far giocare tutte e farle crescere tutte, mentre l’Under 16 è un campionato che puntiamo a vincere.”

 Dall’altra parte c’erano ragazze che giocavano già in serie B e serie D, quindi la differenza tecnica si è vista tutta. Però le tue nel terzo set non hanno demeritato, anzi.

“E sopratutto dall’altra parte avevamo tutte 2002/2003, mentre noi avevamo 2005/2006/2007, quindi la differenza di età si vede.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *