Carrelli

Nel pomeriggio del 30 novembre ad Anzio un a persona è stata aggredita e colpita con una bottiglia di vetro per un carrello della spesa: all’esterno di un discount. Dopo la segnalazione per una lite violenta, sono intervenuti gli agenti del locale Commissariato. Al loro arrivo sul posto i poliziotti hanno trovato un uomo riverso a terra in una pozza di sangue con una profonda ferita al collo. A pochi metri di distanza un giovane che stava cercando di allontanarsi in tutta fretta. Immediati sono scattati i soccorsi da parte del 118 all’uomo che è stato portato in ospedale. Subito dopo gli agenti sono riusciti a fermare il ragazzo in fuga, un 25enne di origini nigeriane che tra le mani aveva ancora la bottiglia di vetro rotta e sporca di sangue con cui aveva aggredito e ferito la vittima. Accompagnato negli uffici di polizia è stato arrestato per tentato omicidio. Il ferito, soccorso in ospedale, è stato sottoposto ad intervento chirurgico per le ferite riportate al collo, al volto e sul torace, ne avrà per 15 giorni. Le successive indagini hanno consentito di accertare che il motivo della lite era legato alla sistemazione dei carrelli della spesa. Sembra infatti che a far scaturire la lite, come ha riferito Roma Today, sia stato il fatto che l’uomo non volesse lasciare al giovane il carrello della spesa, e quindi qualche moneta. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui