Polizia

 Mentre si stava recando al lavoro, la Polizia lo ha fermato per il controllo, ma il suo nervosismo e la sua insofferenza al controllo si sono rivelati sospetti. I poliziotti della squadra volante di Latina hanno deciso di perquisire l’uomo trovando diversi grammi di hashish. A quel punto l’accertamento si è esteso anche all’attività commerciale dell’uomo, un’officina gestita al livello familiare. Qui, all’interno di un armadietto che si trovava nello spogliatoio, sono stati rinvenuti 3 chili di hashish, già suddivisi in singole confezioni sottovuoto pronte per la vendita. Insieme all’hashish sequestrati anche 150 grammi di marijuana e altri 50 grammi di cocaina. Sempre nello stesso armadietto, occultati dentro una sacca, gli agenti della volante hanno scoperto 40mila euro in contantidivisi in banconote di taglio diverso, contenute nelle stesse buste di cellophane utilizzate per il confezionamento della droga. Nel corso della stessa  perquisizione i poliziotti hanno anche trovato la macchina utilizzata  per confezionare le buste che contenevano sia la  droga che il denaro, e tutto il materiale per il confezionamento dello stupefacente:  un bilancino di precisione, forbici, un grosso coltello e anche una pistola scacciacani priva del tappo rosso. All’interno dell’officina è stata  sequestrata un’agenda dove l’uomo teneva una minuziosa contabilità dell’attività parallela di spaccio. L’uomo, S. V., 31 anni, accompagnato presso gli uffici della Questura, è stato identificato e arrestato per possesso ai fini di spaccio di stupefacente. Nella stessa operazione gli agenti hanno inoltre denunciato a piede libero un dipendente dell’officina, A. S., di 26 anni, trovato con 60 grammi di marijuana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui