Arrestato per evasione dai domiciliari è andato in escandescenze

Questore di Latina

E’ stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari ma è andato in escandescenze una volta arrivato in Questura, aggredendo e minacciando i poliziotti, pertanto è stato arrestato nuovamente un uomo di 40 anni che  dovrà rispondere dei reati di evasione dagli arresti domiciliari, resistenza, lesioni ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. Nel corso di alcuni controlli nelle zone “calde della città”, nel pomeriggio digiovedì 17 ottobre, nei pressi di via Marchiava gli agenti hanno notato un uomo noto per i suoi numerosissimi precedenti penali che alla banca dati è risultato attualmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Fermato è stato prima sottoposto ad una perquisizione, che ha dato esito negativo, e poi portato in Questura. Arrestato per evasione dagli arresti domiciliari, come disposto dal pubblico ministero di turno, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del rito per direttissima. Dopo aver saputo di dover rimanere nelle camere di sicurezza della Questura, l’uomo ha opposto resistenza agli agenti, minacciandoli con frasi come “Vi ammazzo maledette guardie, vi uccido tutti, vi sgozzo i figli” e aggredendoli fisicamente. Inoltre ha cerato anche di procurarsi lesioni sbattendo a terra e dando testate alle porte. Chiesto l’ausilio del 118, sono poi giunti gli operatori che hanno cercato di calmarlo, ma “il suo atteggiamento aggressivo” è continuato e uno degli agenti ha riportato lesioni giudicate guaribili in 7 giorni. Nuovamente contattato il Pm di turno ha concordato nel precedere all’arresto anche per resistenza, lesioni ed oltraggio a Pubblico Ufficiale; il 40enne è stato poi accompagnato presso il carcere di Latina in attesa della direttissima.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *