Polizia

Quest’uomo aveva ferito la compagna a coltellate al culmine di una lite ed era stato posto ai domiciliari, ma poi è stato trovatto fuori dall’abitazione e arrestato di nuovo, questa volta per evasione. Protagonista di quanto accaduto ad Anzio un giovane di 29 anni di origini pakistane. Due giorni fa il ragazzo era finito per la prima volta in manette dopo aver aggredito la compagna al culmine di una lite ferendola poi con un coltello all’addome al polpaccio e sulla coscia. Soccorsa la donna era stata portata in ospedale per le cure del caso; per lei una prognosi di 10 giorni. Intervenuti nell’abitazione della coppia in seguito alla segnalazione, gli agenti del Commissariato di Anzio, diretto da Andrea Sarnari, avevano sorpreso il 29enne mentre era ancora intento a ripulire tutto. Arrestato per lesioni aggravate per lui erano stati disposti dall’autorità Giudiziaria i domiciliari. Passato un giorno e il giovane è finito di nuovo in manette. In seguito ad una segnalazione gli agenti sono intervenuti per una lite fra coinquilini: arrivati sul posto hanno preso contatti con l’affittuario dell’appartamento che ha raccontato loro di aver discusso con il suo coinquilino per motivi di convivenza e che, dopo avergli consegnato le chiavi, si era allontanato.  Al termine di una battuta in zona gli agenti hanno rintracciato hanno rintracciato l’uomo poi identificato nel 29enne pakistano che è risultato essere sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Accompagnato in commissariato è stato arrestato per evasione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui