Droga

T. E., 20enne di Pontinia, aveva in casa un quantitativo esagerato di droga, 750 grammi di hashish suddivisi in panetti e circa 780 grammi di marijuana ma è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A portare a termine l’operazione sono stati i carabinieri della locale stazione su input del Comando provinciale nell’ambito degli specifici servizi finalizzati tra l’altro alla prevenzione e repressione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio dello spaccio di droga.   Una serie di controlli quotidiani avevano convinto i militari che il giovane detenesse stupefacenti ed hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione a Pontinia: il 20enne, sin da subito, si è mostrato particolarmente nervoso nei confronti dei militari che hanno trovato circa 750 grammi di hashish suddiviso in panetti e circa 780 grammi di marijuana contenuta in diverse buste, pronta per essere suddivisa in dosi. Insieme alla sostanza stupefacente c’era anche il materiale per pesarla, suddividerla e confezionarla in dosi. Il ragazzo è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Assistito dall’avvocato Giammarco Conca, nella mattinata del 31 dicembre sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari Pierpaolo Bortone. L’attenzione del Comando provinciale carabinieri di Latina rimane alta sull’intero territorio di competenza al fine di fornire una risposta concreta alle esigenze di ordine e sicurezza pubblica dei cittadini, specie per quanto concerne la tutela ed il rispetto delle misure per fronteggiare i reati predatori, lo spaccio di sostanze stupefacenti, specie tra i giovani, e per assicurare il controllo del rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento della pandemia da Coronavirus.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui