Incidente

Il 29 luglio è stato arrestato un 39enne di Nettuno dagli agenti della Polizia stradale di Aprilia nel corso di un intervento insieme al personale della squadra volante della Questura di Latina. L’arresto per tentato omicidio volontario e guida l’effetto di sostanze stupefacenti è scattato in seguito ad accertamenti successivi a un grave incidente stradale avvenuto proprio alla periferia del capoluogo pontino. Poco prima delle 11 è arrivata al 113 la segnalazione di un grave incidente avvenuto in via Campovivo che aveva coinvolto due auto. Nella stessa telefonata arrivata alla sala operativa della Questura una donna riferiva inoltre che uno dei conducenti coinvolti nel sinistro stava colpendo con calci sul corpo e sul capo l’uomo che guidava l’altra vettura e che era ormai a terra. Quando gli agenti hanno raggiunto il luogo indicato hanno trovato un uomo di 56 anni di Latina steso a terra e un altro, accanto, di 39 anni. Il primo è stato soccorso dal personale del 118 con auto medica ed elisoccorso e successivamente trasportato all’ospedale “San Camillo” di Roma in codice rosso ed in prognosi riservata. Secondo una prima ricostruzione dei fatti una Golf bianca condotta dal 39enne di Nettuno stava percorrendo ad alta velocità via Campovivo preceduta da un’Audi Q5 nera condotta invece dal 56enne. Subito dopo un incrocio con via Pane e Vino, la Golf ha però tamponato l’Audi, che è uscita fuori strada urtando il ciglio del canale di scolo al margine della carreggiata e poi ribaltandosi su un fianco. La particolarità è che sul manto stradale non è stata rinvenuta nessuna traccia di frenata, il che lascia supporre che la Golf abbia volontariamente tamponato l’altro veicolo. Gli agenti hanno quindi sospettato che il 39enne si trovasse sotto l’effetto di stupefacenti e il pm ha quindi disposto di procedere agli esami tossicologici, che in effetti, più tardi, hanno dato esito positivo. All’interno del borsello dell’uomo di Nettuno è stata inoltre rinvenuta una pistola a getto di spray urticante al peperoncino e una piccola pistola modello scacciacani priva di tappo rosso. Terminati gli accertamenti di rito, viste le risultanze investigative che non lasciano dubbi sulla piena responsabilità penale del 39 di Nettuno, i suoi precedenti penali per furto, droga e truffa e la gravità del reato contestato di tentato omicidio volontario, è scattato l’arresto e il trasferimento in carcere. I due veicolo coinvolti nel sinistro stradale e i cellulari dei due uomini sono stati sottoposti a sequestro e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui