Droga

Da diversi giorni gli investigatori del Commissariato di Anzio e Nettuno, diretto da Andrea Sarnari, erano sulle tracce di un giovane pusher di 23 anni di cui conoscevano solo il nome di battesimo; da questo dettaglio sono partiti accertamenti e appostamenti che hanno portato all’operazione di sequestro nella giornata del 6 agosto. Gli agenti hanno intercettato un sospetto a bordo di un’utilitaria; il suo nervosismo li ha indotti a procedere con dei controlli: effettivamente il giovane negli slip nascondeva una dose di marijuana.  La conferma al sospetto che il giovane fosse il pusher “segnalato” è arrivata dalla perquisizione domiciliare: in un comparto, a cui si accede spostando un armadio a muro, suddiviso in 3 sezioni, erano state allestite altrettante serre professionalicomplete di lampade, umidificatori e timer per gestire le varie fasi (crescita ed essicazione) di produzione della marijuana. Altra droga è stata trovata in giro per l’appartamento; in parte in preparazione per essere venduta ed altra conservata nel congelatore. Al termine della perquisizione, complessivamente, sono stati sequestrati più di2 chili di marijuana, mezzo chilo di hashish e 1300 euro in contanti. Per il giovane è scattato l’arresto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui