Rapina

La Polizia ha arrestato tre uomini in quanto autori di una  rapina da 80mila euro in banca a Sabaudia compiouta due anni fa quando i tre presero di mirta la Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Pontino di Boergo San Donato. Le indagini, che sono coordinate dal sostituto procuratore Valentina Giammaria, sono state condotte dalla Squadra Mobile di Latina con la collaborazione dei colleghi delle Squadre Mobili di Roma, Catania e Siracusa. A finire agli arresti sono stati tre uomini tutti originari di Catania, Orazio Bafumi, Salvatore Sturniolo e Luca D’Antonio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, due di loro, dietro minaccia di un taglierino, si erano fatti consegnare quasi 80mila euro e si erano poi dileguati a bordo di un motociclo; il terzo uomo, Orazio Bafumi, invece, è considerato la mente della rapina, colui che aveva pianificato il colpo, organizzando il soggiorno degli altri due in un bed&breakfast della zona, fungendo quindi da “palo” durante l’azione e da autista della vettura usata, in una seconda fase, per la fuga dalla provincia pontina. Le indagini della polizia hanno fatto leva sulla meticolosa visione dei filmati estrapolati dai sistemi di videosorveglianza, oltre che sulle testimonianze dei presenti e su un’accurata attività tecnica che ha permesso di stabilire come gli indagati si trovassero con certezza in quel luogo nei frangenti della rapina. L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Latina Giuseppe Molfese ha disposto la custodia in carcere per due degli arrestati, Orazio Bafumi e Salvatore Sturniolo, mentre il terzo uomo, Luca D’Antonio, è stato sottoposto ai domiciliari a Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui