banner 728x90
Carabinieri

Sono stati ritrovati otto chili di marijuana, di cui cinque già confezionati e pronti e per la vendita e altre 78 piante della stessa sostanza alte dai due ai tre metri: è quello che hanno scoperto i Carabinieri in un’abitazione lungo l’Appia, poco lontano da Latina Scalo. Agli arresti sono finiti marito e moglie, Roberto Marangon, 53 anni, operaio di un’officina meccanica ora trasferito in carcere, e O.P., 32 anni, di nazionalità ucraina, ai domiciliari. Questo blitz dei militari delle Stazioni di Latina Scalo e Borgo Podgora è scattato nella serata del 19 settembre, dopo un’attività investiga legata allo spaccio di stupefacenti. I carabinieri hanno perquisito la casa alla ricerca di droga ma hanno trovato anche armi. Tre carabine ad aria compressa erano nascoste all’interno di un doppio fondo ricavato nel solaio di una baracca di pertinenza dell’abitazione. Un fucile mitragliatore ad aria compressa ma privo del tappo rosso era invece nascosto in un armadio della camera da letto della coppia, mentre una pistola calibro 44 è stata sequestrata in un cassetto.  La droga era all’interno di un grosso baule che si trovava nella baracca accanto alla casa. Sul terreno esterno i carabinieri hanno trovato una serra con quasi 80 piante di marijuana. In casa erano nascosti anche coltelli di generi proibito, una coppia di manette, un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento dello stupefacente. In un quaderno erano inoltre annotati tutti i passaggi utili per coltivare la droga. Ulteriori approfondimenti sono in corso per risalire al giro criminale, per ricostruire i canali dello spaccio e per risalire alla provenienza delle armi di cui non è stata ritrovata documentazione che attestasse l’acquisto.

banner 728x90