Logo

Una contestazione  che a loro parere è considerata legittima, quella di CasaPound Latina, perché quello che il sindaco Coletta ha detto che sarà il “Patto per Latina ” in realtà e un “Patto per Lbc”. ecco quello che è stato mandato alla stampa da parte degli attivisti del movimento: ” Nella giornata di ieri (8 aprile, ndr) la maggioranza cittadina ha ben pensato di approvare il nuovo bilancio in commissione,  sbandierando con spudoratezza quel “Patto per Latina” lanciato da Coletta ma che si sarebbe potuto chiamare “Patto per LBC”.  Un bilancio di previsione pieno di numeri che analizzati nel dettaglio si riveleranno fasulli. A partire da quanto dichiarato in tema di entrate tributarie e fiscali attese: secondo il Comune, che si basa sui dati degli anni precedenti, queste ammonteranno a circa 113 milioni di euro, pari al 54% delle entrate complessive, un dato che gli stessi revisori reputano “improbabile”. Un dato che sicuramente non troverà alcun riscontro, visto che , secondo le stime della CGIA di Mestre, un’impresa su quattro purtroppo andrà incontro al fallimento. Pari a 7 miliardi sono invece le perdite stimate in Italia per il turismo nel solo trimestre marzo-maggio, e decine sono i miliardi di perdite a livello di PIL previsti da Confindustria che ne arriva a stimare una contrazione annua superiore al 20%”.  E Latina non sarà certo immune da questo tsunami. Ha chiosato Marco Savastano, responsabile di Casapound Latina: “Una situazione economica e sociale disastrosa , di fronte alla quale il Comune decide di approvare un bilancio che sicuramente non sarà in grado di sostenere e che lascerà troppi buchi, visto che buona parte dei tributi derivanti da IMU, TARI e TOSAP rischiano di non essere adempiuti.  E’ evidente come un bilancio del genere tenga in considerazione le istanze politiche di LBC e ignori del tutto la contingenza economica. Nessun capitolo è infatti dedicato in maniera massiccia al sostegno dell’economia locale. Gli investimenti previsti per strade, verde pubblico e decoro urbano messi in atto in questo momento non possono che lasciare un forte e amaro retrogusto di spot elettorale, in vista delle imminenti elezioni del prossimo anno.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui