Appiccato il fuoco nei confronti di un senza tetto straniero

Carabinieri

Un senzatetto straniero, intorno alle 4 del 25 febbraio, è rimasto vittima di un attentato: gli hanno gettato addosso dell’alcol e poi gli hanno appiccato il fuoco, ad un cittadino moldavo di 40 anni ricoverato al reparto di Chirurgia dell’ospedale con ustioni sul 20% del corpo. L’uomo ha riferito ai Carabinieri di essere stato aggredito da uno o due cittadino rumeni che dopo avergli dato fuoco si sono dileguati facendo perdere le tracce.  Immediatamente sono scattate le indagini da parte dei Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Terracina, che hanno consentito di rintracciare il responsabile. Si tratta di un 45enne rumeno, T.F., domiciliato a Terracina, sottoposto a fermo per il reato di tentato omicidio. Secondo la ricostruzione, intorno alle 2 della stessa notte del 25 febbraio , in un casolare abbandonato, il 45enne al culmine di una violenta lite con il moldavo lo ha cosparso di alcol appiccando le fiamme, poi domate da un terzo straniero che si trovava nello stesso immobile. La vittima, ricoverata in ospedale, ha una prognosi di 30 giorni. Il responsabile del tentato omicidio è stato trasferito nella casa circondariale di Latina.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *