Altro furto in una cucina della scuola Virgilio ad Anzio


Furto

Ci sono stati ancora dei furti  nelle cucine della scuola Virgiliodi Anzio, l’ultimo nella notte tra il 23 e il 24 novembre e questa volta il ladro oltre ad aver rubato una considerevole quantità di cibo di diverso genere, ha manomesso le celle frigorifere che, lasciate aperte, non hanno mantenuto la temperatura costante degli alimenti, obbligando i responsabili della ditta Dussmann, che gestisce il servizio di refezione, a buttare oltre 70 chili di pasta fresca e sono state danneggiate la porta d’accesso che conduce ai locali e una finestra. Meno di una settima fa l’azienda aveva denunciato pubblicamente l’ondata di furti che nell’ultimo hanno visto nel mirino le cucine della Dussmann Service che producono pasti per gli istituti scolastici Virgilio e Collodi di Anzio e che forniscono i pasti per le scuole d’infanzia e per le primarie del comune di Anzio. Nonostante la denuncia, lo scorso fine settimana i malviventi si sono introdotti di nuovo nei locali portando i lavoratori all’esasperazione. Ha denunciato nuovamente Francesco Garrubba, direttore di filiale Sviluppo Ristorazione Scolastica:  “Non è più possibile lavorare in queste condizioni. Facciamo ogni giorno quanto in nostro potere per garantire il servizio, e la sicurezza di dipendenti e derrate, ma non possiamo continuare così: la ristorazione scolastica è un servizio di pubblica utilità pagato dai cittadini e temiamo che prima o poi possa accadere qualcosa”.  Nel corso del 2019 le due cucine sono state oggetto complessivamente di 26 casi di furto per un totale di 16 denunce sporte dall’azienda contro ignoti. I fatti avvenuti nel corso dell’anno scolastico 2018-2019 e poi in quello 2019-2020, hanno coinvolto non solo le cucine, ma anche le scuole stesse, procurando gravi disagi al servizio, che nonostante la sottrazione di importanti quantità di derrate, l’azienda ha continuato a garantire. La vicenda è cominciata nel mese di gennaio 2019 con i primi furti ai danni della Dussmann. Da febbraio ad aprile i furti si sono susseguiti con una cadenza quasi settimanale: rubati complessivamente 234 chili di prosciutto cotto, 28 chili di parmigiano reggiano, 64 di formaggi vari tra cui ricotta fresca e mozzarella, 74 litri di olio extra vergine di oliva e altri generi alimentari come 16 chili di arrosto di tacchino, 20 di carne bovina, 5 chili di burro, 30 chili di frutta. Tra ottobre e novembre i furti sono ripresi. Solo nell’ultimo mese sono state sottratte grandi quantità di derrate, tra cui 120 chili di lombo e 70 di prosciutto cotto, oltre ad olio, patate, mozzarella e sale. Per cercare di prevenire i furti, ormai ricorrenti la Dussmann ha provveduto a rafforzare le zone di accesso alle cucine con catenacci e lucchetti. A novembre, dopo l’ultimo colpo, l’azienda, d’accordo con il Comune, ha deciso di attivare un servizio di vigilanza notturna.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *