Altra strage sul lavoro in Italia

Fabbrica

Ancora un incidente sul lavoro che ha provocato morti: questa volta il giorno dell’accaduto è quello di Pasqua e il luogo, Livorno, Firenze e Bologna, è toccato a Treviglio, in provincia di Bergamo, dove si sono piante due morti durante l’attività lavorativa. L’incidente è avvenuto  in un’azienda di mangimi nel centro del bergamasco, e le due vittime sono state causate dalla violenta esplosione di un’autoclave. Sul posto sono al lavoro una decina di vigili del fuoco del distaccamento di Treviglio e di Dalmine, personale del 118 e carabinieri della locale Compagnia e stazione. L’azienda interessata è la Icb, in via Caldenzano. Sebbene non si abbia al momento notizia di altre persone coinvolte nell’incidente, al momento il bilancio viene dato come provvisorio. Dalle prime informazioni, ad esplodere sarebbe stata appunto un’autoclave dove vengono effettuate operazioni di bollitura ed essiccazione di materiale organico destinato poi alla produzione di mangime per allevamento. I Vigili del fuoco stanno provvedendo al raffreddamento dell’impianto e dell’area interessata, in modo da poter poi operare in condizioni di sicurezza. La Ecb è stata fondata nel 1966 da Lorenzo e Franco Bergamini, che lo scorso anno è stata acquisita dal gruppo tedesco Saria, produttore internazionale di prodotti agroalimentari. Tecnicamente Ecb si occupa della lavorazione di sottoprodotti della macellazione avicola per la produzione di alimenti per animali da compagnia.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *