Polizia

Ad un 52enne di Cori, già gravato da precedenti di Polizia, è stato notificato dai poliziotti del Commissariato di Cisterna una misura cautelare del divieto di avvicinamento e comunicazione con qualsiasi mezzo, disposta dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina per maltrattamenti in famiglia. Gli investigatori, che sono stati chiamati ad intervenire a Cori per una violenta lite, sono riusciti a fare luce sui ripetuti maltrattamenti dell’uomo nei confronti della convivente. La donna è stata trovata dai poliziotti in uno stato di totale sottomissione psicologica, determinata dalla gelosia dell’uomo che le ha fatto terra bruciata di ogni relazione affettiva. Persino il giovane figlio della donna è stato costretto a lasciare l’abitazione materna terrorizzato dal comportamento violento del compagno della madre. Le indagini, insieme alla testimonianza della madre della vittima, sono riusciti a portare alla luce ripetute e perduranti violenze fisiche e psicologiche e anche minacce di rappresaglie se la donna avesse tentato di rivolgersi alla Polizia. ”Donna inutile ..ti devasto casa ..se chiami la Polizia  con i miei compari brucio te e tutta Cori “, sono alcune delle frasi che l’uomo era solito pronunciare nei confronti della donna. A carico del 52enne c’è un grave precedente. L’uomo, che è già separato e con figli, in una precedente relazione coniugale risulta, in una sentenza del Tribunale di Roma,  aver perso l’affidamento dei figli per aver minacciato di sgozzare la ex moglie con un coltello da cucina. Insomma, un bel tipo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui