Alla Mensa della Parola: l’umiltà. Riflessione di Don Gianni Cardillo

Crocifisso

Il senso della umiltà è quello di saper essere umili davanti a Dio, e quindi il pensiero di Don Gianni Cardillo, parroco di San Pietro Apostolo in Findi è incentrato su questo concetto fondamentale. Il testo del Vangelo di Luca è il seguente:

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 14,1.7-14)

Avvenne che un sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo.
Diceva agli invitati una parabola, notando come sceglievano i primi posti: «Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più degno di te, e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: “Cèdigli il posto!”. Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece, quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, perché quando viene colui che ti ha invitato ti dica: “Amico, vieni più avanti!”. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato».
Disse poi a colui che l’aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch’essi e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».

La riflessione di Don Gianni Cardillo è la seguente:

” ALLA MENSA DELLA PAROLA –  01 Settembre 2019 – Domenica XXII
”Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più degno di te…”
RIFLESSIONE SULLA PAROLA
Gesù attorno alla tavola, trasmette alcuni tra i suoi insegnamenti più belli.
Lo fa, anche oggi, dandoci un’indicazione per le volte che siamo invitati a un banchetto:  Mettersi all’ultimo posto.
Non per umiltà o per spirito di sacrificio, ma perché è il posto di Dio, che «comincia sempre dagli ultimi della fila.
Sarai beato: perché Dio regala Gioia a chi produce Amore.
Te lo auguro di cuore in questa prima domenica di settembre!
Buongiorno e buona domenica!_ don Gianni”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *