Alla Mensa della Parola: la rete del regno dei Cieli. Riflessione di Don Gianni Cardillo

La pesca

Il regno dei Cieli è come una rete che mette i pesci buoni e cattivi insieme ma che il pescatore poi sceglie quelli buoni e scarta quelli attivi. Ecco che cosa dice nella sua riflessione Don Gianni Cardillo, parroco di san Pietro Apostolo a Fondi:

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt. 13,47-53)

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:
«Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti.
Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».
Terminate queste parabole, Gesù partì di là.

Ecco la riflessione di Don Gianni Cardillo:

ALLA MENSA DELLA PAROLA – 01 Agosto 2019

”Il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi.”
OGGI VIVO QUESTO VANGELO
Oggi la continuità del Vangelo di ieri…
Leggendo in modo profondo questi versetti si nota che sono l’ autoritratto di Matteo.
Si nota che è lui lo scriba che sa trarre dal suo tesoro cose nuove e cose antiche.
È lo sforzo che anche noi dobbiamo fare nella nostra vita, come anche nella chiesa.
Gesù per descrivere il Regno di Dio usa l’immagine della Rete che raccoglie ogni genere di Pesci.
Così noi, come nella Chiesa, ci alleniamo ad accogliere tutti!
Pensa un attimo: _la gente viene in chiesa per ragioni molto diverse…
Qualcuno vorrebbe fare una selezione, una specie di test d’ingresso…..come per dire:
In chiesa devono venire solo i buoni, i migliori, … _ma la Chiesa, madre e maestra…_ lungo i secoli, ha voluto abitare in mezzo alla gente e fare della parrocchia il volto popolare del Vangelo…e accogliere tutti…
Noi che abbiamo ricevuto tanto… collaboriamo serenamente all’annuncio verso tutti senza distinzioni di persone e/o di classi sociali…

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *