Alla Mensa della Parola: Il Verbo si fece carne. Riflessione di don Gianni Cardillo


Gesù

Una riflessione simile a un Te Deum di ringraziamento visto che è l’ultimno giorno dell’anno e quindi bisogna fare un bilancio di quest’anno. Ecco quello che ha detto don Gianni Cardillo, parroco di san Pietro Apostolo in Fondi, mettendo in evidenza la Parola di dio, in particolare il vangelo di Giovanni che parla della venuta del battista, precursore del Signore.

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 1,1-18)

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era, in principio, presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.
Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
Giovanni gli dà testimonianza e proclama:
«Era di lui che io dissi:
Colui che viene dopo di me
è avanti a me,
perché era prima di me».
Dalla sua pienezza
noi tutti abbiamo ricevuto:
grazia su grazia.
Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè,
la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che lo ha rivelato.

Ed ecco la riflessione di Don Gianni Cardillo

LA BIBBIA LUCE AI MIEI PASSI – 31 Dicembre 2019

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.

Cari Amici,
il tempo con i suoi mesi, settimane, giorni, ore…passa! Molti si preparano alla festa del passaggio del 2019 in compagnia con una bella cena..in casa o fuori casa! È innata nell’umana natura la Gioia di vivere… la Speranza di un domani migliore! Altri…pensiamo agli ammalati, anziani, etc … lo passeranno a casa, insieme o da soli! Come credenti chiediamo al Signore che il 2020, sia migliore, più intenso, più vero.
Ama il Presente e per quanto puoi realizza il sogno di Dio: Dal tempo che passa ogni creatura impari a vivere di Amore di Dio e dei fratelli’ Vivi bene, attimo per attimo questo 2019 che si consegna al 2020! Dio ti ama!

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *