Alla Mensa della Parola: il digiuno. Riflessione di Don Gianni Cardillo

Botti

Ecco che il digiuno diventa un argomento in cui Gesù dice la sua, come mette in evidenza nella sua riflessione Don Gianni Cardillo, parroco di san Pietro a Fondi.

Il testo del Vangelo del giorno (Lc 5,33-39):

In quel tempo, i farisei e i loro scribi dissero a Gesù: «I discepoli di Giovanni digiunano spesso e fanno preghiere, così pure i discepoli dei farisei; i tuoi invece mangiano e bevono!».
Gesù rispose loro: «Potete forse far digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora in quei giorni digiuneranno».
Diceva loro anche una parabola: «Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per metterlo su un vestito vecchio; altrimenti il nuovo lo strappa e al vecchio non si adatta il pezzo preso dal nuovo. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi; altrimenti il vino nuovo spaccherà gli otri, si spanderà e gli otri andranno perduti. Il vino nuovo bisogna versarlo in otri nuovi. Nessuno poi che beve il vino vecchio desidera il nuovo, perché dice: “Il vecchio è gradevole!”».

Ed eco la riflessione di Don Gianni Cardillo:

ALLA MENSA DELLA PAROLA – 06 Settembre 2019

”Il vino nuovo bisogna metterlo in otri nuovi.” Lc 5, 38
RIFLESSIONE SULLA PAROLA
Oggi nel Vangelo gli Scribi e Farisei (i perpetui suoi oppositori) che criticano Gesù riguardo al digiuno.
Ci tengono a dire che, mentre i discepoli di Giovanni Battista praticano con frequenza il digiuno, i discepoli di Gesù mangiano e bevono .
Gesù risponde con un racconto. Dice loro: quanto sarebbe negativo strappare una pezza da un vestito nuovo per rattopparne uno vecchio.
Allo stesso modo se si vuol bere vino nuovo!
Il vino nuovo invece bisogna versarlo in otri nuovi. Se no il recipiente vecchio si spacca e va perduto.
Preghiera
Signore Gesù, perenne novità della vita e dell’amore, aiutami a versare questa novità nell’otre nuovo di un tempo che è il presente.
È questo presente che tu mi chiami ad apprezzare e ad amare.
Aiutami a cogliere del Presente i pensieri e le scelte migliori che ogni uomo sa liberare dalla sua intelligenza e fantasia!”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *