ALEN PARDO, E’ UN PARRUCCHIERE CHE SA UNIRE UNO STILE INNOVATIVO AD UNA VENA ARTISTICA NON COMUNE

Il rapporto tra giovani e lavoro è un tema molto dibattuto negli ultimi anni, in quanto, in seguito alla crisi che ha colpito il nostro Paese, sono molti i giovani che ancora oggi sono disoccupati e in cerca di un lavoro. Eppure nelle difficoltà di questi tempi, qualcosa sta cambiando nella mentalità giovanile, da una serie di sondaggi è emerso che oltre l’80% degli intervistati è pronto a svolgere un lavoro di tipo manuale e un’ attività in cui potere esprimere la propria creatività, questa è la dimostrazione che i giovani si sanno adeguare a diverse tipologia lavorative che un tempo non avrebbero probabilmente neanche preso in considerazione e non è importante che siano coerenti con la preparazione posseduta purché queste attività siano discretamente pagate. Tra i tanti giovani della mostra provincia che dimostrano di avere le idee chiare in quanto a prospettive future, ci ha colpito particolarmente Alen Pardo che ha saputo unire abilita e concretezza con una eccellente vena artistica.
Alen Pardo come hai iniziato la tua professione di parrucchiere?
La professione di parrucchiere l’ho iniziata appena due anni fa, dopo aver studiato in una scuola privata qui a Latina, cercavo un negozio per inserirmi e fare esperienza, fortunatamente ho conosciuto una brava persona Roberto Antognoni che di professione è parrucchiere anche lui, titolare di un’attività denominata “Only My style” situato Via Milazzo, 1, che ha dimostrato fiducia in me offrendomi l’opportunità di lavorare nel suo salone. I primi tempi sono stati di estrema utilità tutta la sua serie di consigli che mi hanno permesso di crescere nel migliore dei modi, per questo lo ringrazierò sempre, poi una volta presa familiarità con l’attività, ho inteso ritagliarmi un piccolo spazio su fb con il mio nome Alen Pardo. Ho creato dei simpatici piccoli filmati con delle vicende immaginarie che fanno parte della vita di tutti i giorni, dove dimostro il mio taglio di capelli, queste vicende si svolgono in diversi punti di Latina, una di queste mie scene le ho anche registrate a Torre Paola per creare una scenografia diversa. In una di queste storie in occasione della festività di San Valentino, noto un ragazzo un po’ demoralizzato per cui cerco di rianimarlo, invitandolo da me per tagliarsi i capelli e lo consiglio di creare un’atmosfera romantica da offrire alla sua ragazza con cui si dovrà incontrare poi a Sermoneta. Passati dieci anni si dimostra talmente grato nei miei confronti per il mio precedente buon servizio che ritorna nuovamente a farsi i capelli da me per ricreare quella situazione che è rimasta impressa nei suoi ricordi.
Da cosa differisce questo tuo modo di tagliare i capelli dalle tecniche del passato?
Io intendo “lanciare una moda”, ed è una opportunità non trascurabile per clienti che intendono “apparire”, questa è la prima cosa che i ragazzi mi richiedono soprattutto quando vanno a serate, proprio per questo, credo che i video possono essere dimostrativi di questo modo di essere.
Come lo vedi il mondo dei giovani, visto da vicino, dal momento che anche tu sei così giovane?
Non li vedo così abbattuti i ragazzi di oggi, se devo raccontare del mio vissuto, devo dire che anche qualche anno fa nonostante in giro non ci fossero molte opportunità di lavoro, io non mi sono mai fatto coinvolgere dal pessimismo quando non sapevo cosa fare nella vita e anche adesso che ho “scoperto” la vera passione, sono conscio che devo impegnarmi al massimo e spero che questa attività sia una opportunità anche per tanti ragazzi che hanno intenzione di fare questo mestiere, dove ritengo che non ci si debba mai accontentare in quello che si raggiunge ma occorre aspirare sempre a cose nuove.
Questa attività la consiglieresti ai giovani?
Certo, ricordo che questa attività è un’arte, tu stai creando qualcosa da offrire al cliente, il massimo, ma il lavoro avrà modo di apprezzarlo ancora di più, una volta uscito dal salone di parrucchiere.
Tu sei figlio del noto procuratore calcistico Pardo, tuo padre ti segue in questa tua attività?
Certo, nonostante sia lontano e vive ormai da quattordici anni a Madrid, è sempre prodigo di consigli nei miei confronti e mi incita a fare sempre meglio, la voglia di confrontarmi con lui c’è anche se non ho seguito la sua carriera e ho preferito optare per altre scelte.
Vuoi aggiungere qualche altra cosa?
Io taglio i capelli anche in modo differente rispetto ai vecchi sistemi del passato, taglio i capelli anche con il fuoco ed è una nuova tecnica che ha avuto grande successo negli Stati Uniti, io l’ho voluta trasferire qui a Latina insieme al mio amico Roberto Antognoni del salone “Only my stile”, posso affermare che attualmente siamo gli unici a farlo a Latina con questo nuovo procedimento. Per concludere, mi sento di ringraziare oltre al già citato Roberto Antognoni, anche Raffaele Damiano, un giovane video maker molto bravo, che a Latina mi ha aiutato a realizzare questi video, ha una passione differente dalla mia, ma la determinazione e l’impegno che ci mette nel suo lavoro è la stessa che ritrovo in me.
Rino R. Sortino

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *