Alcuni imputati del processo Arpalo a Latina lasciano i domiciliari

Cavicchi e Maietta

Alcuni imputati del processo Arpalo lasciano gli arresti domiciliari, anche se ancora devono affrontare la fase processuale di questo procedimento giudiziario che si sta celebrando da un po’ di tempo.  I giudici hanno parzialmente accolto le istanze dei legali della difesa sostituendo gli arresti domiciliari con la misura dell’obbligo di presentazione alla Pg.  Gli arresti sono stati  revocati per l’imprenditrice Paola Cavicchi, per il figlio Fabrizio Colletti, per Giovanni Fanciulli, Pietro Palombi e Paola Neroni. Per tutti è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di Latina e la presentazione alla Pg dal lunedì al sabato dalle 12 alle 13. Per Paola Neroni. Nell’ultima udienza del 16 aprile avevano chiesto la revoca della misura ottenendo il parere favorevole dei pubblici ministeri Claudio De Lazzaro, Luigia Spinelli e Giuseppe Bontempo. Insieme a loro era stato arrestato, un anno fa, anche l’ex deputato ed ex presidente del Latina Calcio Pasquale Maietta, ai domiciliari dallo scorso dicembre.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *