Suore assassinate

Non si placa la spirale di violenza nello stato africano del Sud Sudan: a distanza di qualche mese dell’attentato dove è rimasto coinvolto, senza gravi conseguenze, il vescovo e missionario italiano, il combonaino Christian Carlassare, un altro agguato mortale ha fatto registrare, nella giornata del 16 agosto, cinque vittime, a causa di un accuato mortale nei pressi della arteria stradale che collega la capitale Juba alla cittadina di Nibule, al confine con lo stato dell’Uganda. Si conoscono i nomi di due delle cinque vittime dello scontro a fuoco mortale. I loro nomi sono suor Mary Daniel Abut e suor Regina Roba. Sono due religiose appartenenti alla Congregazione del Sacro Cuore e statnte a quanto è stato riferito dalla superiora generale dello stesso ordine religioso, suor Christine John Amaa, le due donne, che facevano parte di un gruppo di nove sorelle, sono stater assassinate “a sangue freddo”. Suor Abut è stata, dal 2006 al 2018, superiora generale di questa congregazione che ha come missione il servizio presso gli ammalati e i più fragili. Suor Roba, invece, ha fatto parte del Consdiglio generale per ben due volte, quindi due religiose che hanno ricoperto degli incarichi di responsabilità. Le due donne sono rimaste uccise mentre ritornavano dalle celebrazioni del centenario della parrocchia dell’Assuzione di Nostra Signora. Sulla strada del ritorno, secondo quanto hanno affermato le testimonianze raccolte, le nove religiose sono state attaccate da uomini armati sconosiuti. Le donne si sono date alla fuiga, ma per le due rimaste uccise non c’è stato scampo, in quanto sono state raggiunte e giustiziate senza motivo da colpi di arma da fuoco. Il segretario generale della arcidiocesi di Juba, don Samuel Abe, ha annunciato la decisione che per quattro giorni ogni struttura educativa, ossia scuole, seminari, collegi, asili, univeristà, rimangano chiuse per quattro giorni, dal 17 agosto al 20 agosto, per rendere degnamente memoria per le due religiose uccise. In particolare le strutture dove attualmente hanno prestto serivizio suor Abut e suor Roba, ovvero la Usra Tuna School di Juba e il Catholic Health Training Institute della diocesi di Wau. I funerali saranno celebrati il 20 agosto presso la parrocchia della cattedrale Santa Theresa – Kator.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui