Video

Il video Youtube sui Travali, poi rimosso poco dopo che ha inneggiato al clan Travali a poche settimane dall’operazione “Reset” che ha portato agli arresti di 19 persone. Del filmato e degli inequivocabili messaggi intimidatori che contiene si discuterà nel corso del prossimo Comitato per l’Ordine e la sicurezza che sarà convocato dal Prefetto di Latina Maurizio Falco mentre il 4 marzo il Tribunale del Riesame di Roma, chiamato a discutere i ricorsi di alcuni dei componenti del gruppo criminale raggiunti da ordinanza di custodia cautelare, ha acquisito agli atti del procedimento proprio il filmato in questione. A depositarlo è stata il sostituto procuratore Luigia Spinelli, titolare con due colleghi della Direzione distrettuale antimafia  dell’indagine. Nell’udienza sono state discusse tra le altre le posizioni di Angelo, Salvatore e Viola Trvali, assistiti dall’avvocato Giancarlo Vitelli  il quale sostiene l’insussistenza dall’associazione a delinquere contestata al gruppo. Sulla scorta delle dichiarazione dei collaboratori di giustizia Renato Pugliese e Agostino Riccardo. Le posizioni degli altri indagati, tra le quali quella di Valentina Travali, unica a finire ai domiciliari e protagonista del video incriminato, saranno discusse dal Riesame nell’udienza fissata per martedì prossimo 9 marzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui