Accoltella la compagna e tenta di sfregiarla: arrestato

Violenza

Un rumeno di 41 anni, Virgilius Marcelius Tanasa, pregiudicato e senza fissa dimora in Italia, è stato arrestato dalla squadra mobile di Latina per i reati di maltrattamenti in famiglia, sfruttamento della prostituzione e lesioni aggravate dall’uso di un coltello in quanto aveva aggredito la sua giovane compagna, una donna di 28 anni, con un coltello facendola finire al pronto soccorso.  Le indagini degli investigatori sono iniziate il 21 febbraio scorso, quando la ragazza era finita in ospedale per le ferite riportate nella violenta aggressione. Aveva una ferita da arma da taglio sulle mani e diverse escoriazioni sul corpo. Il suo lungo racconto agli investigatori ha fatto emergere un inquietante scenario di violenze, lesioni, ripetuti maltrattamenti e sfruttamento dell’attività di prostituzione della giovane donna. Il sopralluogo effettuato all’interno dell’abitazione sul lungomare di Latina dove era avvenuta l’ultima aggressione ha consentito di rilevare la presenza di copiose tracce di sangue a terra e ciocche di capelli che l’uomo aveva tagliato alla compagna per deturparne l’aspetto. Dopo una scenata di gelosia, si era armato di un coltello e aveva tentato di sfregiarle il volto. Non ci era riuscito soltanto grazie alla pronta reazione della vittima, che aveva parato i colpi coprendosi il volto con le mani. Su richiesta del sostituto procuratore Simona Gentile, il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario ha disposto dunque a carico del 41enne la misura della custodia cautelare in carcere. Subito dopo l’ultima violenza l’uomo si era reso irreperibile e solo nella mattinata del 28 febbraio  la squadra mobile è riuscita a rintracciarlo e ad arrestarlo trasferendolo in carcere.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *