Latina Biz – Servizi Notizie Eventi Informazioni Cronaca,Fondi,Province Abbandonati rifiuti agricoli a Fondi: ripresi dalle telecamere

Abbandonati rifiuti agricoli a Fondi: ripresi dalle telecamere



Rifiuti

 Continua senza sosta la battaglia contro l’abbandono dei rifiuti da parte del Comune di Fondi. Una battaglia supportata anche dalle telecamere di videosorveglianza che permettono di stanare i “furbetti”. L’ultimo episodio si è verificato nei giorni scorsi quando tre persone hanno gettato nei pressi di via del Laghetto scarti agricoli.  L’impianto di videosorveglianza ambientale posizionato vicino al Monumento Naturale Mola della Corte – Settecannelle – Capodacqua, ha filmato lo scorso 27 febbraio l’arrivo di un furgone, da cui sono scesi tre individui che hanno iniziato a trafficare nel veicolo. Hanno spiegato dal Comune attraverso una nota:  “All’arrivo di un dipendente del soggetto gestore De Vizia SpA sopraggiunto sul posto per rimuovere rifiuti gettati in precedenza da altri maleducati, i soggetti in questione hanno temporaneamente interrotto le ‘operazioni’ per evitare di essere smascherati seduta stante. Ma dopo alcuni minuti si sono rimessi in moto e hanno gettato nel verde ortaggi e cassette di plastica. Il tutto è stato ripreso dalla videocamera e nella giornata successiva i filmati sono stati visionati e trasmessi al Comando di Polizia Locale”. Per la violazione al Regolamento di Polizia Urbana il proprietario del furgone è stato convocato dagli agenti della polizia locale e sanzionato al pagamento di 152 euro. Hanno affermato il sindaco Salvatore De Meo e l’assessore all’Ambiente Roberta Muccitelli:  “Il modo più efficace per guarire la piaga dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti è l’intensificazione costante dei controlli, anche se la notevole estensione del territorio cittadino la rende difficoltosa. Ma ciò non ci scoraggia di certo e stiamo agendo a tutto campo con evidenti risultati. Considerato che gli impianti di videosorveglianza sono mobili, essi vengono regolarmente spostati su diverse aree per garantire un controllo il più ampio possibile. Nel frattempo proseguiamo con la campagna di affissione e social ‘Incivili’, con il fine di sviluppare una coscienza civica e indurre i cittadini a condotte virtuose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *