Carabinieri

Un 30 enne di Sabaudia ha fatto esplodere una bomba carta contro alcuni indiani per vendicarsi del furto di una bicicletta ma i carabinieri lo hanno denunciato per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.  Nel corso della notte del 28 giugno i militari, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, transitando sulla via Litoranea, all’altezza di Bella Farnia, hanno avvertito una potente deflagrazionee poi hanno notato un’auto che si allontanava a forte velocità dall’omonimo consorzio in direzione di Borgo Grappa. La gazzella dei carabinieri si è messa quindi all’inseguimento della vettura e qualche chilometro più avanti si è imbattuta nella stessa auto che, all’altezza dell’incrocio con la Migliara 45, si era schiantata sulla rotonda. Il conducente però aveva abbandonato la vettura e aveva proseguito la fuga a piedi. Le ricerche sono andate avanti per ore in tutta la zona e l’uomo, vistosi alle strette, si è poi presentato alla stazione dei carabinieri di Borgo Grappa, confessando di essere l’autore del gesto. Il 30enne ha raccontato che, in seguito al furto della sua bicicletta che aveva ritenuto essere opera di alcuni cittadini indiani, ha deciso di vendicarsi facendo esplodere una bomba carta vicino alle auto di proprietà di due persone di nazionalità indiana, che erano posteggiate vicino al consorzio Bella Farnia. Per il giovane è scattata una denuncia a piede libero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui