Palme

Don Carlo Lembo,  al temine della celebrazione, l’ha definiti “buquet”, ma in realtà sono come le composizioni per i monumenti ai caduti. Ecco, che dopo essere stati benedetti dal parroco delle parrocchie di Santa Teresa d’Avila – Madonna del Carmine, cosa ha detto il sindaco Paola Villa a riguardo. Lei ha detto che “domani tutti noi sentiamo la mancanza della vicinanza di questo simbolo, di questo segno perché è un simbolo, la palma non è soltanto un simbolo della pace, ma domani vogliamo dare anche un dono stabile, un simbolo di speranza, perché è vero che arriva la settimana santa, la settimana più forte della storia cristiana, ma è anche sopratutto la nostra speranza ed era importante dare questo messaggio, perché la città abbia speranza forte qualche notizia positiva sta arrivando. Quindi ringrazio tutti i nostri concittadini che da domani troveranno li fuori questi buquet, quindi passando facendo la spesa li guardano e sapranno che è un simbolo per tutta la città. nessuno escluso, in tutti i quartieri e le frazioni.” Quindi un gesto simbolico che serve unire la città in una insolita domenica delle Palme, perché portino speranza e serenità in un momento in cui l’isolamento sociale ci deve paradossalmente unire per vincere contro il virus.  Un gesto silenzioso ma forte per ringraziare tutti quei cittadini che rispettando le regole restano a casa e con il loro gesto salvano loro e tutti noi.

 I luoghi dove sono state depositate queste confezioni:

Chiesa del Carmine
Torre di Castellone
Piazza vittoria monumento caduti
Largo Paone – colonna della libertà
Piazza Ricca Maranola
Cimitero Maranola
Piazza di Trivio
Castellonorato monumento caduti
Castellonorato cimitero
Cimitero Castagneto
Chiesa Penitro
Chiesa di Gianola
Chiesa san Giuseppe lavoratore
Crocefisso Acquatraversa
Pineta di Vindicio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui