Le ennesime parole che il Papa non ha mai detto

Alcuni giornali (Il Messaggero e Il Mattino) e numeroUdienza Papale del Mercoledìsi siti internet hanno riportato questo titolo: “Il Papa ai giovani: «Siate rivoluzionari: no al sesso senza amore»”. Verrebbe da pensare che basta l’amore perché siano accettabili i rapporti sessuali. Con un solo, “piccolo” problema: cos’è l’amore? Chi è frequentatore di parrocchie, messe, incontri pastorali e tutto il resto che il panorama cattolico medio può offrire sa che dell’amore si parla in abbondanza ma non c’è mai nessuno capace (e forse anche minimamente intenzionato) a spiegarlo. Ecco allora che suonano preoccupanti le parole del Pontefice. Se però poi si va a leggere il messaggio dal quale quelle parole sono state prese si scoprono delle novità. Ecco ciò che dice davvero il Papa: “Nell’invitarvi a riscoprire la bellezza della vocazione umana all’amore, vi esorto anche a ribellarvi contro la diffusa tendenza a banalizzare l’amore, soprattutto quando si cerca di ridurlo solamente all’aspetto sessuale, svincolandolo così dalle sue essenziali caratteristiche di bellezza, comunione, fedeltà e responsabilità.” [Messaggio del Santo Padre Francesco per la XXX Giornata Mondiale della Gioventù 2015] Il Papa non ha mai detto quello che i giornali gli attribuiscono addirittura con un solenne virgolettato. Anzi, leggendo attentamente quanto scrive Francesco si capisce l’esatto opposto. La preoccupazione non è il sesso, come i titoloni dei giornali vorrebbero far credere, ma l’amore, che troppo spesso lo si banalizza riducendolo al solo aspetto sessuale. L’amore, invece, è molto di più. E la sessualità va intesa e vissuta in quell’ottica di comunione, fedeltà e responsabilità che solo il matrimonio garantisce. Il Papa non lo dice espressamente – e sulle scelte comunicative di Bergoglio si potrebbero scrivere trattati – ma è chiaro che non dice ciò che i giornali vogliono far intendere.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *